ESSERE UNA CAMGIRL: IL RACCONTO DI ALICE90

“SALVE A TUTTI…
Sono Alice, vengo da un piccolo paese dove il provincialismo e la mentalità bigotta mi hanno sempre impedito di esprimere al massimo le mie fantasie ed i miei desideri.
Sono da poco arrivata a Milano e questa nuova città dove nessuno ti conosce, dove puoi andare a letto con uno sconosciuto sapendo che molto probabilmente non lo rivedrai mai, mi intriga parecchio!
Tra le cose che più mi hanno eccitato in vita, c’è stata quella di farlo in 3 ubriaca su una spiaggia, fare un pompino a un compagno di classe tra gli ultimi sedili del pullman in gita alle superiori, e poi…non lo dico per convenzione, ma a contrario di molte io adoro prenderlo nel popò! Mi fa sentire usata, schiava, sottomessa, umiliata….e credo, fidatevi…che sia un po’ il sogno di ogni donna.
A presto e baci dalla vostra bimba con le voglie di una donna!”

Questo è un estratto della presentazione che si legge sulla pagina web di Alice90, il nickname che funge da maschera per una ragazza molto giovane, simpatica e provocante che abbiamo conosciuta in rete, e che da circa tre anni compare con il ruolo di performer sul portale “Mondo Camgirls”, arrivando oggi ad essere la più apprezzata dagli utenti della piattaforma.
Una delle cose che – sicuramente – ha aiutato “Alice” a spiccare sulle sue colleghe, sono stati una serie di video che la ritraggono mentre adesca dei completi sconosciuti con il fine di avere con loro rapporti sessuali nei posti più svariati.
Ma quanto reali sono i suoi racconti? Quanto sono reali i suoi incontri? E soprattutto, quanto è reale l’identità che si è costruita attorno?
Sicuramente – per mantenere un totale anonimato – non sapremo mai fino a che punto arriva la realtà prima di mischiarsi alla finzione, ma l’abbiamo intervistata per provare a scoprirlo e per capire di più di questo mondo spesso criticato perché poco conosciuto.


ATTENZIONE
L’intervista contiene immagini esplicite.
Tutte le foto sono state inserite su gentile concessione di Alice a noi de L’Insicuro.



Ciao Alice!
Ciao!

In breve, cosa fai nella vita?
Allora, io faccio l’infermiera turnista a Catania. Tempo fa per mantenermi e per pagarmi gli studi universitari ho iniziato a fare la webcam-girl: i miei genitori non sono molto benestanti. Infatti, ora che vivo di nuovo a casa con loro devo riuscire ad incastrare le videochiamate quando non ci sono o dormono.

Cosa vuol dire quindi di preciso fare la webcam-girl?
In pratica mi spoglio davanti alla mia webcam e chatto, accontentando le fantasie di chi mi chiama.
E che mi paga, ovviamente.

Chiaro, ma come funziona? Nel senso, come ti organizzi con i clienti e come ti pagano?
Mi pagano attraverso il sito su cui lavoro, Mondo Camgirls.

Prima mi contattano in chat, mi chiedono la disponibilità, scelgono uno show tra i miei in lista e una volta effettuata la transazione ci si accorda su quando fare la videochiamata; normalmente viene fatta tramite Skype.

Parte della lista degli show di Alice90.

Durante i tuoi spettacoli privati, vedi l’altra persona?
Alcuni accendono la webcam, altri no. Alcuni mi parlano, altri no. Alcuni semplicemente mi scrivono, altri pagano e poi non dicono né fanno una cippa.

Tornando al mondo delle webcam-girl, com’è fare questo lavoro in Italia?
Un po’ come essere sempre in incognito: tutti sanno chi sei nel virtuale, conoscono il tuo nickname, cosa ti piace e magari addirittura i più intimi segreti…ma nessuno realmente sa dal vivo chi sei!

Oltre alle videochiamate ho visto che produci dei piccoli video dove ti riprendi di nascosto, mentre fai sesso con degli sconosciuti…
Allora, in realtà i video fanno sempre parte del lavoro di webcam-girl. Non faccio la produttrice cinematografica insomma.

È tutto vero quindi?
Sì sì, è tutto vero!

E qualcuno dei tuoi “co-protagonisti” ti ha mai contattata per farti rimuovere il video?
No, non mi hanno mai contattata. Chi lo sa ha il volto non oscurato, perché dopo gli ho esplicitamente chiesto se fosse d’accordo alla pubblicazione, ma al momento del video ne sono tutti totalmente all’oscuro.

Questo materiale è a pagamento, nessuno una volta comprato lo ripubblica su siti gratuiti?
Io stessa mi occupo di fare ricerche su vari siti e sì, purtroppo ripubblicano alcuni video, ma attraverso denunce e diffide legali riesco quasi sempre a farli rimuovere.



Qualcuno sa di questo tuo lavoro?
Nessuno dei miei amici, tranne due o tre, sanno quello che faccio. Ah, e ovviamente nemmeno i miei genitori!

E nonostante il tuo volto sia oscurato, nessuno ti ha mai riconosciuta?
Mai.

Passiamo alle domande serie, cosa mangia Alice90 a colazione?
Porridge!

E cos’è?!
[ride] .. E’ un tipo di colazione stile inglese molto sana con latte di soia, farro e fiocchi d’avena (non zuccherati ovviamente). 

Ah perfetto, grazie!
Prego!

Tempo fa sull’Insicuro si è parlato di Tinder, tu lo usi?
Sinceramente non so manco cos’è…

Qual è la canzone che stai ascoltando di più in questi giorni?
Ascolto spesso le canzoni dei cartoni animati!

Interessante, una in particolare?
Penso quella di Naruto, seguo il manga e la sento spesso.

Ultimo libro letto?
Io dopo di te, di Jojo Moyes.

Ultimo film visto?
The Great Wall, quello con Matt Damon.

Serie tv preferita?
The Walking Dead.

Ho da poco concluso una ricerca sulle esperienze di amiche con uomini microdotati, a te ne è mai capitata una?
No 😉

Dicci qualcosa che convinca i nostri lettori a visitare la tua pagina o iniziare ad interagire con te.
Questo sta a te! Io per modestia non potrei mai farmi pubblicità, dovresti scrivere tu che, travolto dalla mia simpatia e naturalezza, hai deciso di intervistarmi per chiedermi quanto fossi vera e quanto virtuale, ahahah.


Decido quindi di farmi travolgere dalla sua simpatia e naturalezza:

Simpatia

 

Naturalezza

Allora diremo che sono proprio modestia, simpatia e naturalezza, i motivi per cui dovrebbero conoscerti.
Ma senti, le tue tette sono naturali?
[ride] Naturalissime! Mi fanno tutti questa domanda, per questo mi viene da ridere! Preciso che è una parte del mio corpo che adoro, non mi vanto molto del mio corpo, anzi, ci sono ragazze molto più belle di me..ma il mio seno lo adoro!

Bene così allora!
Ultima domanda: un consiglio alle nostre lettrici che vorrebbero cimentarsi in questo mondo.
Allora, bisogna essere sicuramente spigliate nel parlare, conoscere l’uomo e i suoi desideri più comuni e assolutamente evitare di farlo solo per i soldi!

Perfetto, allora per concludere volevamo farti sapere che – un po’ per gratitudine e un po’ per curiosità – abbiamo acquistato il tuo ultimo video, quello nel negozio di scarpe. Solo quello perché siamo poveri in canna.
[ride molto] ..Grazie! Però hai scelto il più brutto!

Ma avevi creato un sacco di hype sul tuo blog! Ci rifaremo.
[ride ancora di gusto] Secondo me quello all’Auchan e quello dal gommista sono i più belli.

Ora me lo segno.
Grazie di tutto Alice, buon lavoro e a presto.. magari con altre modalità!
Ci conto! A presto 😉


Con immutata stima
Emanuele Gi

 


(Illustrazioni di Benedetta Vialli)

One Comment

  1. pezzo situazionista. Come normalizzare un fenomeno in effetti normalissimo, ma nascosto dal discorso pubblico. Da questo punto di vista, quest’ultimo sembra essere più camgirl delle camgirl stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *