LA BILE DI GRAVIDE: PAPI C(H)ULO

senza-titolo-2
Allora, vediamo di essere chiari: scrivo questo articolo su commissione dei miei capi che mi pagano profumatamente (come no). Quindi non fatevi strane idee sulla persona che sono, o meglio, fatelo pure ma a prescindere dal fatto che io segua il nuovo arrivo di Enrico Papi su Facebook (ora vomito).

Il titolo dell’articolo è figo e sagace non trovate? Oltretutto è sicuramente più attinente all’argomento musicale di quanto non lo sia Enrico Papi in sé, in memoria della discutibile Lorna, che aveva sfondato -le palle ndr– con quel tormentone estivo di una dozzina di anni fa per poi sparire nel nulla (si vociferava che fosse morta pochi giorni dopo, ma si tratta di una bufala, come per Tonio Cartonio, Elvis, Kurt Cobain e Gigi Sabani).

E invece, visto che il mondo è un posto VERAMENTE infame, come tormentoni e minchiate varie siamo messi pure peggio di così, con il conduttore romano che entra a gamba tesa su Facebook urlando “MOOOOSECA”.

https://www.youtube.com/watch?v=VedIbtNcVHA

A me Papi pareva già un montato nella TV anni ’90, figuriamoci ora dopo che gran parte del web lo ha invocato a gran voce.

Ma dico io, tra guerre, pestilenze e calamità naturali, davvero dobbiamo ritrovarci nel 2016 a rimpiangere il peggio del trash italiano?!

Me lo immagino sto genio che cazzeggia nella sua Papicaverna in attesa che un faro nel cielo con scritto -ahi noi, mi tocca citarlo di novo- “MOOOSECA”, lo faccia entrare in azione tutto pimpante sui social.

E credo seriamente che più o meno sia andata così, visto che in tempo zero il nostro eroe ha diffuso un’epidemia di post cretini e tristemente autoreferenziali di cui Dio solo sa quanto non sentissimo la mancanza: fotomontaggi, podcast, imitazioni televisive…ma tornare da dove sei venuto no?

Che poi qual è stato il suo contributo al mondo della televisione e della musica? Sistemare il gel all’Uomo gatto? Dare una chance a degli appassionati della musica di puntare tutto sullo zoo televisivo pur di avere un soprannome demenziale?

Uno così la parola musica non la dovrebbe manco pronunciare a mio avviso, che poi sia la sua “Z” di Zorro è una cosa che mi fa salire il Vlad l’Impalatore a livelli di allerta.

Ormai l’unica speranza è quella che Papi commetta l’errore di rompere i coglioni pure a Mentana, non solo per l’umiliazione intellettuale (che è sempre uno spettacolo godibilissimo) ma anche per vedere come si spaccherà in due il mondo di Facebook sempre alla caccia di idoli…e tormentoni…e meme…e gif.

V’era un’epoca aurea in cui internet veniva usato solo per la figa.

Bei tempi, ma almeno dopo questo articolo pessimo posso smettere di seguirlo su Facebook per “documentarmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *