LE RECENSIONI DI GRAVIDE: VIDEO BATTLE-PORNO RAVE


Round 2.


 

e4e26a30a1fa5e6f6a2f112dfd168ea2

La scorsa settimana ci eravamo lasciati parlando (guarda caso) di uccelli e, visto che certi discorsi non possono chiaramente essere lasciati in sospeso, eccoci di ritorno per stabilire chi ce l’abbia più grosso/pisci più lontano in questo atto conclusivo della Video Battle!

Nel primo round, come ricorderete, ci siamo occupati dell’ultimo video dei Little Big: Big Dick e del loro altissimo tasso trash-alcolemico, mentre quest’oggi si tesseranno le lodi del gruppo che forse ha dato maggior impulso e visibilità al movimento Rap-Rave, i Die Antwoord.


La band sudafricana infatti è sulla cresta dell’onda dal 2009, con un successo planetario che non accenna a mitigarsi e che anzi, come abbiamo potuto saggiare in questo confronto, continua ad annoverare proseliti in giro per il mondo!

Il singolo che interessa a noi, per questo raffinato Porno Rave -che titoli accattivanti ndr– è Evil Boy, rilasciato da Ninja e soci nel 2010 e che segue al loro album di debutto, $O$ (2008). Il brano è cantato in collaborazione con il rapper sudafricano Wanga (chiamato così proprio in onore del suo sorprendente attrezzo…agricolo) e prodotto da Diplo, che per una volta fa le veci del misterioso DJ Hi-Tek che si cela dietro ad ogni lavoro del gruppo.

Prima di analizzare le immagini, inquietanti e morbose, vale la pena spendere due parole sul testo e quindi sul messaggio alla base di Evil Boy, denuncia verso un rito anacronistico quanto pericoloso come quello della circoncisione home-made per passare all’età adulta.  Questa usanza tribale miete numerose vittime ogni anno, dato che spesso viene attuata con mezzi di fortuna in ambienti puliti come la coscienza di Dell’Utri.

Anche al nostro Wanga, amico dei Die Antwoord si dai tempi dell’infanzia, pare dovesse toccare una simile sorte e giustamente, piuttosto che farsi mutilare con un coltello da cucina, ha preferito prendere parte alla realizzazione di questo pezzo.

Ma ora lasciamo da parte i prepuzi e occupiamoci del Video, che già mi vengono i sudorini freddi. In verità anche le immagini di Evil Boy, come detto, sono piuttosto angoscianti: un habitat suburbano fa da cornice ai componenti della band che, insieme a mostriciattoli sinistri, si dimenano schizofrenici per tutta la durata del pezzo mimando gesti piuttosto espliciti. Anche in questo caso, come accaduto la settimana scorsa, l’abbigliamento risulta quantomeno appariscente, con Yo-Landi avvolta in una pelliccia di cavie da laboratorio (finte) e Ninja che talvolta come microfono usa un pene in plastica lungo più di un metro, appendice di un inquietantissimo costume! Come se non bastasse, il tutto si svolge tra scatoloni, materassi cremisi e ambigue statue falliche in legno (la cui espressione ricorda un po’ i fantasmini delle sorprese kinder).


Alla luce di tutto ciò, è palese come i Little Big abbiano ancora molto da imparare, anche a prescindere dal fatto che due nane arrapate non batteranno mai un uomo affetto da progeria, geniale e tenace abbastanza da sopravvivere facendo il produttore musicale, il pittore e il gangsta spaccaculi alto 1.20m.

Onore a DJ Hi-Tek, alla cui memoria sicuramente i Die Antowoord dedicherebbero la vittoria di questa Video Battle (sicuro ragazzi, fidatevi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *