IL MANUALE DELL’INSICURO: MENZOGNE

L’Insicuro avrà con la menzogna un rapporto tranquillo, sereno e ben disteso: sa che tanto non funzionerà.

Fondamentalmente persuaso di venire buggerato dall’intero globo terracqueo, l’Insicuro si rifugerà nell’arte della cazzabubola, sospinto da un anelito di mania di persecuzione paranoide: mente l’Insicuro? Il più delle volte a se stesso, ma se verso terzi c’è sempre un motivo.
Rimorchiare è quello più nobile, pensa gli altri.


“in che altro consiste la menzogna, se non in dire ciò che non si ha nell’animo?”

Antonio Rosmini (quello della via, sì.)


Moralmente parlando, la coscienza dell’Insicuro è pienamente consapevole della potenziale negatività della menzogna, nozione questa che gli deriva da una serie di atavici insegnami pregressi sponsored by Sua Nonna feat. Sant’Agostino d’Ippona: dire il falso è sbagliato, è peccato! Però. Però ci sono casi, di forza maggiore e di sottoneria minore, in cui il Nostro sentirà nascere dentro di sè compulsivamente e propulsivamente il bisogno di ricorrere all’antica arma bianca della cazzata

179789


L’Insicuro sa che qualsiasi boiata uscirà dalla sua bocca verrà inequivocabilmente smascherata, et conscio di questo stato di cose, persevererà: perché? Al di là di ovvie motivazioni (cfr. https://it.wikipedia.org/wiki/Masochismo), l’Insicuro in realtà desidererà dar mostra al prossimo suo di riuscire là dove riescono tutti, desidererà partecipare di quel giuoco delle parti di cui sa essere intrisa la corte del mondo. Talvolta, quindi, l’Insicuro mentirà, per sembrare scaltro e furbo a sua volta, perché vorrà celare il suo stesso status di Insicuro, ma in quanto tale, rovinerà, capitolerà, implorerà la resa e piangerà, dacchè la Vergogna è il più feroce demone etico che il Nostro conosce. Di persona, da anni ed intimamente.

Sono vari i fronti sui quali l’Insicuro darà prova di ars mendacis et ballae spatiali. Le figure verso le quali questa arte si esprime a lui più abituali, legalmente annoverabili, saranno indubbiamente: il relatore di tesi, le autorità in borghese, la madre, un qualsiasi amico nel “Sto uscendo di casa! Sono lì in cinque minuti”, lo specchio. Hashtags utili: patologico, adulterino, manipulite. La menzogna autoprotettiva poi, sarà un must dell’Insicuro, quando vorrà giustificare il suo agire (e puntualmente fallire) in modo elegante e forbito: Zeno Cosini è uno dei numi tutelari dell’Insicuro e modelllo della sua ferma risolutezza d’animo. Tipo smettere di fumare: se le bugie hanno le gambe corte, poco importa, l’Insicuro ha le cartine, anzi l’ultima e non incolla.

RDJ_PTA_Pinocchio_article_story_large


C’è però un frangente specifico, un caso particolare e capitale della fabulazione mendace dell’Insicuro, un componente alchemico scatenante: il sesso opposto (che comunque e sempre a far del sesso con lui si oppone). Per l’Insicuro in fase rimorchio varrà tutto e sarà dignità un lemma che, se mai conosciuto, sarà presto dimenticato. Nello schiudersi della coda pavonica del Nostro, salteranno fuori le più mirabolanti narrazioni: ebbene sì, è proprio l’Insicuro ad essersi laureato nella stessa sessione di Oscar Giannino; ebbene sì, è proprio l’Insicuro ad aver fatto la ramzina una volta a Genny Carogna; ebbene sì, è proprio la cover band dei Neri Per Caso di cui l’Insicuro è front man la favorita dei prossimi MTV EMA; ebbene sì, è proprio l’Insicuro ad aver scritto, in una sola notte, il soggetto del conturbante e penetrante del film francese ora nelle sale (tenterà una citazione da questa ed altre pellicole di grido: non le azzeccherà mai giuste, mai.); ebbene sì, è l’Insicuro a mutare l’acqua in vino, mentre parla fluentemente quattro lingue e sa fare i tortellini; ebbene sì, è proprio l’Insicuro che no, non ci sta provando con te; ebbene sì, è proprio l’Insicuro che non vuole al momento una storia seria; ebbene sì, è proprio l’Insicuro che ti guarda mentre ti allontani e ridi.

1351182815547_9474611


Strategia d’uscita: il corollario fondamentale del riprovevole ed oscuro lato falsario del Nostro. Attenendosi all’assioma n. 1 “Tanto poi mi sgamano”, il Nostro sospettiamo menta sapendo di mentina per le vedere poi su quali e quanto grandi specchi arrampicarsi  e con quali scuse compensare e lambiccarsi. Passando quindi per l’assioma n. 2 “Ormai è inutile”, si rivela la  logica e splendente conclusione questo sillogismo, nonchè assioma n. 3,  “l’Insicuro dice la verità” . Tanto vale tagliar corto, salvare il poco che di salvabile ancora c’è e optare per il male minore o migliore.

Esempio dimostrativo:

L’insicuro va in gita dalla sua migliore amica, che in passato ha avuto l’onore e onere di accollarselo come compagno. All’attuale fidanzata afferma di stare per alloggiare nella casa di una che, solo ed esclusivamente per caso, si chima come la sua ex. Messo di fronte all’evidenza della panzana, tramite il prevedibile e non per questo meno sadico utilizzo dei social network da parte della sua bella irata, l’Insicuro si gioca l’asso nella manica e la credibilità, ricorrendo allo slancio poetico, col savoir faire di Bill Clinton: “Cara, molti anni sono passati – ahimè – deh, quella che tu vedi non è più per me la stessa persona! Quando ieri ti ho detto che si chiamano in egual modo, ma non sono la medesima ragazza, non mentivo: ti esprimevo come, cambiando inevitabilmente le cose, sia cambiata anche lei, anche io, il nostro rapporto. Due persone nuove. Guarda che bel tramonto, gli alberi in autunno, gli endecasillabi, l’introspezione”.

Come risulta evidente, anche in questo breve spaccato reale, il Nostro, da padrone assoluto della retorica, piuttosto che ammettere la propria inettitudine al Reale (la risposta veritiera sarebbe infatti stata: “Sì, ti ho detto sta cagata perchè magari poi ti prendevi male e io a te in realtà ci tengo molto. Moltissimo. Mi vuoi sposare?”), si arrabatterà, scaricherà le tre stagioni di Lie to Me e tenterà la mistificazione del proprio personaggio, una mise en abyme del disagio, vorticosa ed inarrestabile, come il suo fedele insuccesso. Per poi ritrattare.

url


La verità infine trionferà e la natura dell’Insicuro si denuderà: e così, oltre che single, si troverà anche in arresto per atti osceni in luogo pubblico. A chi vuole darla a bere l’Insicuro? Non gliela fà a reggere il vivere il quotidiano di sta giungla, figurarsi a mentire. Che sbatta.

Poco male, alla fine il Bene, fine per cui mente, prevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *